Set
29
    
Posted (Marco) in Matrimonio for Dummies, Preparazione on settembre-29-2008

Signore e Signori,
E’ stata una vera faticaccia, ma finalmente vi presento il tableau che il giorno del matrimonio indicherà i tavoli agli invitati!
Funziona come il nozzometro, passate il mouse e vedrete le immagini ingrandite (se seguite il blog via feed RSS, visitate il sito perché l’accrocco non funziona!!!)



 
Set
11
    
Posted (Marco) in Matrimonio for Dummies, Preparazione on settembre-11-2008

Ci siamo.
Era un po’  che non facevo il punto delle cose da fare. L’ultima volta è stata 8 settimane fa. Tante.

Sono state, settimane intensissime, durante le quali abbiamo fatto tutti i giri burocratici prematrimoniali, abbiamo montato e spedito tutti gli inviti, siamo andati in giro per mezza Italia per annunciare ai parenti il matrimonio, abbiamo scelto le musiche per la festa (non tutte, però), e provato la cena di matrimonio.
Nel frattempo, per non farci mancare niente, io ho lasciato il posto in Banca e sto iniziando un mio nuovo lavoro. Ma questa è un’altra storia, ve ne parlerò nel mio blog!

E allora veniamo a cosa abbiamo fatto e cosa ci manca ancora da fare. Misteri del matrimonio: la lista delle cose fatte si allunga, ma quella delle cose da fare non si accorcia!

  • Trucco e parrucco per la Nubenda
  • comprare le fascette per le macchine
  • Per Marco: farsi le lampade per non essere più bianco della propria camicia
  • Trovare il musicista per ballare durante la festa
  • Preparare il tableau (che poi sarebbe il cartellone con su scritto dove bisogna sedersi) Lo stiamo facendo direttamente noi, presto vedrete i trailer!
  • Cercare una nuova scarpiera per la Nubenda (al 37° paio diviene necessaria…)
  • Comprare le scarpe da Sposo di Marco (me le ero scordate!)
  • ORGANIZZARE I TAVOLI!
  • Portare i documenti del celebrante al Comune di Ariccia
  • Preparare i sacchetti con il riso
  • Arrivare in tempo alla cerimonia
  • DIRE DI SI’ QUANDO VIENE RICHIESTO
  • Pianificare il viaggio di nozze
  • Scegliere le tre canzoni di sottofondo della cerimonia (ce ne manca una, quella per quando usciamo dalla sala… suggerimenti?
  • Fare la prova-pranzo al ristorante
  • Ritirare e montare i biglietti di invito
  • COMPRARE GLI ANELLI
  • Ritirare gli anelli dal gioielliere
  • Comprare il vestito da Sposo di Marco (ma mi manca ancora di fare la prova definitiva)
  • Comprare le scarpe per la Nubenda (io è tanto se non verrò in ciabatte!)
  • Ritirare all’anagrafe il Nulla Osta al matrimonio MALEDIZIONEEEEEEEEEEE Read the rest of this entry »


 
Giu
23
    
Posted (Marco) in Matrimonio for Dummies on giugno-23-2008

Che poi uno crede che una volta fatto il giuramento e le pubblicazioni, la parte burocratica del matrimonio civile sia finita…

E INVECE NO!

Le cose si complicano, sia che vi vogliate sposare nel vostro Comune, nel nostro caso, a Roma, sia che vi vogliate sposare fuori dal Comune

Case Study A: Matrimonio nel proprio Comune

Se vi volete sposare a Roma, dovete andare al I Municipio, all’Ufficio Matrimoni dell’Anagrafe, a prenotare una delle sale disponibili, ma solo dopo la fine delle pubblicazioni e non più di sei mesi prima della Fatidica Data, ma neanche tanto meno di sei mesi prima, perché a Roma siamo in tanti e le date migliori finiscono presto. Quindi, a meno che non vi vogliate sposare un lunedì di novembre all’ora di pranzo, è bene non prenotare più tardi di cinque mesi prima. Ergo, l’ottimale è prenotare il primo giorno utile, giusto cinque mesi e ventinove giorni prima della Fatidica Data.

Se considerate che tra quando consegnate la domanda e quando finiscono le pubblicazioni il tempo è virtualmente impossibile da calcolare (a causa dei ritardi congeniti della burocrazia), la soluzione è una sola: affidarsi a ciò che separa il vostro osso sacro dalla sedia. Non serve niente altro. Anzi sì, magari un lumino ai propri Lari può aiutare…

Case Study B: Matrimonio fuori dal proprio Comune:

Vi volete sposare fuori dal Comune? Bene! Nulla di più semplice! Dovete andare al I Municipio, all’Ufficio Matrimoni dell’Anagrafe, a chiedere il “Nulla Osta”, che dovrebbe essere il foglietto con il quale il Vostro Comune dice al Comune Prescelto: “Ma sì, fateli sposare ‘sti du’ regazzetti, che so’ tanto bravi e c’hanno tutto a pposto!”. Il Nulla Osta va portato poi al Comune Prescelto, che a seconda delle proprie regole vi può aver già fatto prenotare la sala o meno.

Il problema lo sapete qual è? CHE SONO TRE CAZZO DI SETTIMANE CHE QUELLO STRAMALEDETTISSIMO NULLA OSTA DOVEVA ESSERE PRONTO E ANCORA NON LO E’!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Domani, alle 14,30 farò un nuovo tentativo, incrociate le dita per noi!

UPDATE: Niente, l’incartamento non si trova all’Anagrafe e quindi niente Nulla Osta. Dopo una mattinata di irreperibilità il mio Municipio mi ha detto che la pratica verrà inviata giovedì, e che da lunedì potrò ritirare l’agognato documento… Che dire…



 
Giu
17
    
Posted (Marco) in Matrimonio for Dummies on giugno-17-2008

Il giuramento è uno dei primi passi formali che si fanno per sposarsi.

Il primo è la richiesta di matrimonio, che è una domanda in carta semplice che si presenta in Municipio. Dopo la richiesta, i messi comunali reperiscono i certificati di nascita dei nubendi, e una volta verificata l’assenza di irregolarità, convocano i nubendi per la promessa di matrimonio, o giuramento che dir si voglia.

Il momento è piuttosto emozionante, con l’incaricato che legge ad alta voce l’atto con il quale i nubendi si impegnano a sposarsi entro sei mesi: Read the rest of this entry »